Antibiotici contro la prostatite: sono davvero efficaci?

La prostatite è una patologia che colpisce sempre più uomini di ogni fascia d’età.

Essa comporta una serie di sintomi talmente fastidiosi che solo chi ne ha sofferto almeno una volta nella vita può capire quanto sia importante la prevenzione in questi casi.

Oggigiorno la terapia ufficiale più indicata dagli urologi per la cura della prostatite è a base di antibiotici.

Ma gli antibiotici contro la prostatite sono davvero efficaci?

Se vuoi conoscere la risposta a questa domanda e vuoi sapere come eliminare per sempre il problema della tua prostatite, allora continua a seguirmi attentamente.

Innanzitutto bisogna distinguere fra la prostatite batterica e quella a-batterica.

Un’altra distinzione da fare è quella fra la prostatite cronica e la prostatite acuta.

La peggiore in assoluto è la prostatite cronica, in quanto può avere dei decorsi molto lunghi e spesso diventa irrisolvibile se non trattata correttamente.

A tal proposito, penso che la mia esperienza personale con la prostatite cronica ti possa essere molto d’aiuto.

 

LA MIA STORIA

Mi chiamo Giovanni Zangardi e so come aiutarti a guarire la tua prostata.

Ho sofferto in prima persona in età molto giovane di una fastidiosa prostatite cronica durata per ben 3 anni.

Ho consultato decine di urologi, ma nessuno di loro è stato in grado di aiutarmi. Anzi, con il tempo i miei sintomi erano addirittura peggiorati.

Stanco di quella situazione, decisi di intraprendere degli studi sull’alimentazione. Fu così che dopo qualche tempo scoprii una diretta correlazione fra il cibo e le malattie della prostata.

Approfondendo i miei studi, ho creato un metodo che permette di recuperare completamente la piena salute della prostata.

Il mio metodo si basa sulle più recenti scoperte fatte dalla scienza in campo alimentarista.

Ho anche pubblicato un libro di recente che riguarda i miei studi in questo ambito.

Se ti interessa dargli una lettura puoi trovarlo qui ===> http://amzn.to/3d0RAlu

 

Ma allora gli antibiotici servono o no?

Per rispondere alla domanda, bisogna dire con chiarezza che la terapia antibiotica è pressoché inutile se soffri di una forma cronica di prostatite, se non addirittura controproducente.

Nei casi di prostatite acuta invece, la terapia antibiotica può rappresentare un valido supporto per la guarigione, che spesso avviene nel giro di una settimana.

Quindi, ricapitoliamo.

Se hai una prostatite acuta, con febbre, dolori e altri sintomi tipici, allora è il caso di prendere gli antibiotici.

In tutti gli altri casi invece (prostatite cronica, prostatite a-batterica), l’assunzione di antibiotici è quasi completamente inefficace ed è oltretutto dannosa.

Se soffri di prostatite cronica o a-batterica, ti suggerisco di continuare a leggere attentamente, perché ti svelerò finalmente come venirne a capo.

 

Gli effetti collaterali legati all’uso di antibiotici

Molti uomini che soffrono di prostatiti ricorrenti fanno un uso frequente di antibiotici.

Quello che i medici non ti dicono però è che ad ogni recidiva, il rischio di incorrere nei gravissimi effetti collaterali dei farmaci è molto elevato.

E’ ormai largamente stato dimostrato da numerosi studi scientifici che l’utilizzo di antibiotici del gruppo dei fluorochinoloni (tra cui ciprofloxacina e levofloxacina) può causare l’insorgere di numerosi effetti collaterali invalidanti e purtroppo permanenti.

Questa classe di antibiotici è proprio quella più utilizzata per la cura delle prostatiti.

Anche la trasmissione tv “Le Iene”, qualche tempo fa, mandò in onda un servizio in cui si parlava proprio di questo problema.

Se sei curioso di vedere il servizio, ti basta fare una ricerca su Google cercando le parole chiave “iene + fluorochinoloni”. E buona visione.

 

Curare la prostata senza antibiotici

Come già detto prima, l’informazione più importante che ho tratto dai miei studi è che esiste una diretta correlazione fra l’alimentazione, lo stile di vita e le malattie della prostata.

Se vuoi risolvere il tuo problema dovrai cambiare il tuo modo di mangiare.

Non otterrai risultati se non sei disposto a cambiare alimentazione.

Si sente spesso parlare oggi di alimentazione salutare, ma esiste troppa disinformazione in merito. Nel mio libro ho approfondito la questione, ma in sintesi posso dirti che se ascolti tutto ciò che i media mainstream ti suggeriscono di mangiare, allora è certo che non risolverai mai il tuo problema alla prostata.

Quindi se vuoi cercare di capire come stanno davvero le cose, qui sei nel posto giusto.

Non sono qui per raccontarti la mia semplice opinione in campo alimentare. Tutto ciò che ti svelerò proviene dai miei studi indipendenti.

Ed è proprio questa la differenza fra ciò che affermo io da anni in campo alimentare e ciò che invece ti viene raccontato dai media mainstream, pagati profumatamente dalle case farmaceutiche per sostenere certe teorie, che purtroppo attecchiscono sulla stragrande maggioranza delle persone, ipnotizzate dai media.

Se stai leggendo queste righe e hai deciso di darmi credito, vuol dire che fai parte di una minoranza ristretta di persone che ancora hanno una mente aperta e non sono disposte a seguire la massa in modo ottuso come fanno le pecore.

 

SCOPRIRE LE VERE CAUSE DELLA PROSTATITE CRONICA

Se non capisci a fondo le vere cause della prostatite cronica ogni tuo sforzo sarà inutile.

Le vere cause sono talmente semplici che quando le scoprirai resterai a bocca aperta e ti chiederai perché nessun medico te le aveva mai dette prima.

Ecco quali sono:

1) LA DISBIOSI INTESTINALE

Si tratta di un’alterazione della flora batterica dell’intestino. Se si rompe l’equilibrio fra i batteri presenti nell’intestino, può succedere che alcuni di essi raggiungano la prostata, dove decidono di “piantare le tende”.

Quando questa situazione diventa cronica, non esiste un antibiotico in grado di penetrare nella prostata per distruggere le colonie batteriche.

Dunque è fondamentale mantenere un perfetto equilibrio all’interno del tuo intestino.

Questo equilibrio dipende soprattutto da quello che mangiamo.

 

2) INFIAMMAZIONE

Anche in questo caso la nostra alimentazione svolge un ruolo fondamentale perché è in grado di attivare e disattivare il fenomeno dell’infiammazione del nostro corpo a seconda dei cibi che ingeriamo.

Se hai problemi di prostata è evidente che finora la tua alimentazione non è stata ottimale.

Non è colpa tua, lo so.

E’ colpa del lavaggio del cervello che i mass media ci hanno fatto per decenni.

Oggi un uomo dai 45 anni in su ha il 30% di possibilità in più di soffrire di prostata e la percentuale aumenta con l’aumentare dell’età.

Se non intervieni al più presto per interrompere le vere cause scatenanti della tua prostatite rischi di peggiorare di molto la tua situazione e di andare in contro a patologie ben più serie.

Non voglio spaventarti, ma se non fai qualcosa ORA l’impotenza è la cosa meno grave che ti possa capitare… E non esiste alcun farmaco miracoloso che ti potrà salvare!

 

Come puoi agire ora?

Quello che ti consiglio è di cominciare a leggere subito il mio libro, dove scoprirai molte più informazioni dettagliate su come risolvere il tuo problema.

Applicando passo passo le informazioni che vi troverai all’interno, potrai finalmente venirne a capo.

Se vorrai, dopo la lettura del libro, potrai anche contattarmi per una consulenza personalizzata e mirata.

Per prenotare il mio libro,

Lo trovi su Amazon al seguente link ===> http://amzn.to/2F4bD6R

Come Ritrovare il Benessere della Prostata in 21 Giorni e Senza l'uso di farmaci con il Metodo ProstaGreen 21

Buona lettura 🙂

AGGIUNGI UN COMMENTO