7 erbe ed estratti naturali per curare la prostata (Lista Completa)

In questo articolo ti parlerò di come curare la prostata con le erbe ed altri estratti naturali.

Esistono tantissimi “rimedi della nonna” per la cura della prostata, ma qui di seguito troverai solo quelli che nel corso della mia esperienza sono risultati i più efficaci.

Se ancora non mi conosci e sei arrivato su questo blog per caso, mi chiamo Giovanni Zangardi e negli ultimi 5 anni ho aiutato più di 700 uomini a ritrovare il benessere e la salute della prostata grazie ad una dieta adeguata e all’uso di integratori specifici.

Niente farmaci quindi, niente chirurgia. Questa è la mia filosofia… e pare che per molti abbia funzionato! Se ti va, puoi leggere le testimonianze di chi ha già provato il mio metodo cliccando qui.

In questo articolo ho selezionato 7 integratori fra i più validi per la prostata.

Ecco qui di seguito quali sono:

 

1) Succo di Aloe vera per prostatite e cancro alla prostata

Il succo di Aloe vera per la prostatite è un vero toccasana.

E’ un potente antinfiammatorio naturale ed aiuta a migliorare i sintomi dovuti a questa patologia.

Inoltre molte evidenze scientifiche hanno dimostrato il ruolo benefico dell’Aloe vera contro il cancro alla prostata in quanto inibisce il complesso “mTOR 2”, sopprimendo le cellule tumorali. [Riferimenti bibliografici: 1, 2].

Un ottimo prodotto a base di succo di Aloe vera da acquistare puoi trovarlo a questo link —–> https://amzn.to/3ssvrUI.

La dose da assumere è di una tazzina da caffè al giorno.

Anche in questo articolo mi tocca ribadire che nessun rimedio naturale da solo può fare miracoli. Per ottenere dei miglioramenti contro la prostatite ed altre patologie della prostata è necessario cambiare il tuo regime alimentare.

Purtroppo c’è ancora troppa disinformazione sull’argomento “dieta” e molti professionisti spesso consigliano dei regimi alimentari che non fanno altro che peggiorare le cose.

Ho passato anni di studi e ricerche per comprendere come dovrebbe essere strutturata la giusta dieta per curare le patologie più diffuse della prostata, come la prostatite e l’ipertrofia prostatica.

Quindi se ti interessa saperne di più ti consiglio la lettura del mio libro, che puoi trovare su Amazon cliccando qui —–> https://amzn.to/3dsKVnq.

 

2) Estratto di Ortica contro l’ipertrofia prostatica

L’estratto di ortica per la prostata è utile contro l’ipertrofia prostatica.

Lo studio dice che in vitro, un estratto metanolico di radice di ortica ha inibito il legame delle SHBG (proteine che trasportano gli ormoni sessuali) ai recettori solubilizzati di tessuto prostatico. Questo fenomeno è particolarmente efficace per limitare la crescita del tessuto prostatico indotta dagli androgeni ed in particolare dal diidrotestosterone.

In un altro studio in vitro un estratto etanolico di radice di ortica utilizzato in sinergia con un estratto di Serenoa repens ha inibito l’attività dell’aromatasi prostatica, dimostrando di poter diminuire la conversione del testosterone in estrogeni, riequilibrando il rapporto androgeni/estrogeni.

Puoi acquistare un ottimo estratto di ortica cliccando su questo link —–> https://amzn.to/3am0gVc

Per inibire l’azione del diidrotestosterone è fondamentale seguire un appropriato regime alimentare. Anche in questo caso, la giusta dieta abbinata con l’uso di integratori specifici come l’estratto di ortica ne aumenta esponenzialmente l’efficacia.

Sul mio libro potrai trovare molte informazioni utili sull’alimentazione per la prostata. Lo puoi acquistare su Amazon cliccando su questo link —–> https://amzn.to/3dsKVnq

 

3) Serenoa repens rimedio comprovato per la prostata

L’efficacia della Serenoa è stata dimostrata e confermata da diversi studi, tanto che il suo utilizzo contro l’ipertrofia prostatica ormai viene largamente consigliato.

La Serenoa repens è in grado di inibire il legame del diidrotestosterone ai recettori degli androgeni e, allo stesso tempo, è in grado di inibire anche l’attività dell’enzima 5-alfa-reduttasi. Quest’ultimo è il responsabile della trasformazione del testosterone in diidrotestosterone, suo metabolita attivo responsabile dello stimolo sulla proliferazione cellulare tipica dell’ipertrofia prostatica.

Inoltre l’uso di questo integratore è in grado di esercitare anche un’azione antinfiammatoria per la prostata attraverso l’inibizione degli enzimi ciclossigenasi e 5-lipossigenasi, con conseguente inibizione della sintesi di prostaglandine infiammatorie e di leucotrieni.

Come già detto al punto 2 di questa lista, la Serenoa repens dovrebbe essere sempre abbinata con l’estratto di ortica e con una dieta adeguata.

Un ottimo integratore a base di Serenoa repens puoi trovarlo qui —–> https://amzn.to/3mWx243

Per la dieta invece ti rimando sempre all’approfondimento sul mio libro —–> https://amzn.to/3dsKVnq

 

4) Epilobio e prostata

Grazie alla sua azione antinfiammatoria, l’epilobio è un ottimo alleato contro l’ipertrofia prostatica benigna e anche contro il cancro alla prostata.

Uno dei principi attivi dell’epilobio, il miricetolo-3-0-beta-D-glucuronide, ha la particolarità di inibire la liberazione di prostaglandine.

Questo integratore andrebbe assunto insieme alla Serenoa per moltiplicarne gli effetti benefici e ad una dieta sana e specifica per la prostata [Riferimenti bibliografici: 1, 2, 3].

Puoi acquistare un ottimo estratto di epilobio da questo link —–> https://amzn.to/3gmDccv

Per saperne di più sulla dieta da seguire puoi dare un’occhiata al mio libro —–> https://amzn.to/3tA2yri

 

5) Pigeo africano contro ipertrofia prostatica, impotenza e problemi di erezione

Alcuni studi hanno mostrato che l’estratto di Pygeum africanum inibisce la proliferazione dei fibroblasti prostatici indotta dai fattori di crescita EGF (Epidermal Growth Factor), bFGF (basic Fibroblast Growth Factor) ed IGF-I (Insulin-like Growth Factor).

E’ stato scoperto inoltre che, somministrato a dosi di 100 mg al giorno per due mesi, garantisce un miglioramento significativo dei sintomi dell’ipertrofia prostatica, con una riduzione degli episodi di nicturia del 32%. Significativi anche i miglioramenti del flusso urinario massimo e medio e del volume urinario vuotato.

In un’altro studio a doppio cieco condotto su 134 soggetti, 25 mg di estratto di pigeo africano e 300 mg di estratto di ortica, assunti per otto settimane, sono stati in grado di migliorare significativamente i sintomi dell’ipertrofia prostatica benigna, in particolare riguardo la nicturia, già dopo 28 giorni di trattamento [Riferimenti bibliografici: 1, 2, 3].

Se vuoi acquistare un ottimo integratore a base di pigeo africano, serenoa e ortica vai a questo link —–> https://amzn.to/3tzo6V5

 

6) Licopene ottimo integratore per la prostata per abbassare il PSA

Il licopene è un valido antiossidante appartenente alla famiglia dei carotenoidi.

L’alimento principe che lo contiene in maggiore quantità è sicuramente il pomodoro (ne contiene da 3 a 40 mg per kg di prodotto fresco). Altre fonti minori sono rappresentate da vegetali come pompelmo rosa, arance rosse, carote, albicocche e cocomeri.

Alcuni recenti studi hanno evidenziato che i soggetti che assumono una dose maggiore di licopene attraverso la dieta, risulterebbero più protetti dallo sviluppo del carcinoma prostatico. [Riferimenti bibliografici: 1, 2, 3]

Molto interessanti sarebbero invece i risultati di un ulteriore recentissimo trial clinico, condotto su pazienti con carcinoma prostatico da operare chirurgicamente e contestualmente sottoposti a integrazione giornaliera con 30 mg di licopene, suddiviso in due assunzioni. Secondo i ricercatori, i tumori dei pazienti supplementati con licopene mostrerebbero un grado di malignità e invasività minore rispetto al gruppo non sottoposto a trattamento. Inoltre in questi ultimi si è ottenuto un calo vistoso dell’indice di PSA. [Riferimenti bibliografici: 1]

Da questo si evince che l’utilità del licopene non solo è preventiva, ma potenzialmente anche terapeutica.

Per acquistare un ottimo integratore di licopene vai a questo link —–> https://amzn.to/3n2P6tk

Per sapere il dosaggio più opportuno da assumere rispetto alla tua situazione specifica ti rimando alla lettura del mio libro —–> https://amzn.to/2RGBSXG

7) Echinacea contro prostatite e ipertrofia prostatica benigna

L’Echinacea presenta diverse proprietà confermate da molti studi pubblicati su riviste autorevoli.

Oltre ad essere un potente immunostimolante, è stato riscontrato che l’estratto di questa pianta aiuta a ridurre le dimensioni della prostata nei ratti.

Agli animali sono stati somministrati 50 mg / kg di preparato estratto per 4 e 8 settimane e nel corso dell’esperimento sono stati valutati la massa prostatica e le modificazioni degenerative strutturali.

La somministrazione dell’estratto di Echinacea a ratti con iperplasia ha ridotto gradualmente e significativamente la massa prostatica e ha invertito i cambiamenti degenerativi nella struttura della ghiandola prostatica.

La presente ricerca suggerisce che l’estratto di Echinacea previene lo sviluppo di IPB. [Riferimenti bibliografici: 1]

Se vuoi acquistare un valido integratore a base di estratti di Echinacea vai a questo link —–> https://amzn.to/3n2KSly

 

Conclusioni

Abbiamo visto in questo articolo 7 validi integratori a base di erbe ed estratti naturali per prevenire e contrastare le patologie più diffuse della prostata come l’ipertrofia prostatica e la prostatite.

Se soffri di problemi alla prostata, questi integratori non dovrebbero mai mancarti.

Tuttavia è utile ribadire che da soli non riescono ad apportare il massimo del beneficio, ma devono sempre essere abbinati ad una dieta specifica per la prostata.

Ho lavorato per 3 lunghi anni alla ricerca della dieta perfetta per chi soffre di prostata ed ho scritto 3 libri in merito.

Se ti interessa saperne di più ti consiglio la lettura del mio libro Curare la prostata con l’alimentazione che puoi acquistare a questo link —–> https://amzn.to/2RGBSXG

Spero farai tesoro di queste informazioni.

AGGIUNGI UN COMMENTO