Ipertrofia prostatica? Ecco la giusta alimentazione

In questo articolo parlerò della corretta alimentazione da seguire per chi soffre di ipertrofia prostatica, ma si tratta di informazioni utili anche per chi soffre di prostatite cronica.

Prima di continuare però voglio fare una piccola premessa:

Questo non è il solito articolo “acchiappa-click” per vendere inutili e costosi integratori.

In questo articolo troverai solo INFORMAZIONI VERIFICATE sulla corretta alimentazione, che purtroppo non troverai da nessun’altra parte.

Le informazioni che leggerai mi sono costate moltissimo, sia a livello economico che di tempo… mi ci sono voluti più di 3 anni di studi e ricerche personali di nutrizionistica prima di ottenere risultati importanti e tangibili sulla regressione dell’ipertrofia prostatica e della prostatite cronica.

Ipertrofia prostatica ecco la giusta alimentazione

Leggendo altri miei articoli su questo blog avrai notato che sono disposto anche ad andare controcorrente se la situazione lo richiede…

E divulgare i miei studi sulla corretta alimentazione sembra proprio richiedere un enorme sforzo controcorrente, vista l’enorme disinformazione che si trova in giro…

Non lo faccio per una sorta di “spirito ribelle” o per manie di protagonismo.

Lo faccio semplicemente perché so cosa vuol dire soffrire per tanti anni di problemi alla prostata. Inoltre mi piace fare chiarezza laddove regna l’incompetenza e la mancanza di informazioni corrette.

 

Perché mi occupo di ipertrofia prostatica e di altre patologie croniche legate alla prostata?

Semplicemente perché ho sofferto in prima persona in giovanissima età a causa di una brutta prostatite cronica…

Se la mia guarigione fosse dipesa da un urologo, probabilmente dopo tanti anni soffrirei ancora di problemi urinari (e non solo)… ma soprattutto questo blog non sarebbe mai nato.

Invece decisi di rimboccarmi le maniche, cominciando a studiare per conto mio diverse pubblicazioni scientifiche, per scoprire se potessero aiutarmi a risolvere il mio problema.

In particolare mi concentrai su una branca della scienza chiamata “nutrizionistica”.

E fu questa la mia salvezza.

 

Dove puoi trovare le mie ricerche?

Dopo tre anni di studi ho raggruppato tutte le mie ricerche pubblicando 2 libri ed ideando il Metodo Prostagreen 21. I titoli dei miei 2 libri sono:

1) Come Ritrovare il Benessere della Prostata in 21 giorni e senza l’uso di farmaci

2) Curare la Prostata con la Vitamina D3

In questo articolo inoltre ti svelerò delle informazioni preziose, indicandoti i cibi da evitare fin da subito se soffri di ipertrofia prostatica o di prostatite cronica, quindi ti consiglio di prestare molta attenzione a ciò che leggerai…

 

1) Le proteine animali della carne sono davvero un pericolo per la nostra salute?

Oggi sembra che alcuni dei luoghi comuni più diffusi sull’alimentazione siano destinati a crollare sotto i colpi di numerose evidenze cliniche assolutamente non trascurabili.

Il filone principale della cosiddetta “medicina ufficiale” sostiene purtroppo da qualche tempo che un consumo abituale di carne e proteine animali sia una delle cause principali di molte patologie tra cui i tumori, il diabete, il colesterolo alto e anche l’ipertrofia prostatica.

Ma come ti dicevo, in alcuni casi (tipo questo) mi tocca andare controcorrente.

Voglio affermarlo subito e senza troppi giri di parole: si tratta di un’emerita sciocchezza.

E adesso ti spiego perché…

Ancora oggi a nessun ricercatore è ben chiaro a livello biochimico in che modo il consumo abituale di proteine animali possa favorire l’insorgere di certe patologie.

Questa teoria del tutto errata infatti è emersa solo di recente e si fonda su alcuni studi “pseudo-scientifici” condotti dal nutrizionista americano T. Colin Campbell, autore del libro “The China Study“.

Gli studi svolti dal Dr. Campbell tra Cina e Stati Uniti avrebbero dimostrato una correlazione diretta tra il consumo di proteine animali e l’insorgenza di alcuni tumori, diabete, obesità e malattie cardiovascolari.

L’unica certezza di questo studio al momento però è che viene da molti esperti tuttora criticato, in particolare per i seguenti motivi:

  1. Le proteine animali a cui fa riferimento riguardano esclusivamente quelle del latte;
  2. Sono stati commessi degli evidenti errori di natura metodologica nella rilevazione dei risultati;
  3. Lo studio giunge a conclusioni a dir poco fallaci dal punto di vista logico, perché accomuna la valenza delle proteine del latte con quelle della carne (che però in “The China Study” non vengono minimamente prese in esame!!).

In ogni caso, resto ancora curioso di sapere esattamente come abbiano svolto questi studi… ma volendo sorvolare la questione “metodologica”, la verità è che basterebbe un po’ di onestà intellettuale per smettere di sostenere che le proteine della carne facciano male, visto che non è assolutamente chiaro come questo possa avvenire.

Dunque, affermare che la carne faccia male è in sostanza una mera mistificazione.

 

2) La vera causa dell’ipertrofia prostatica è l’eccessiva produzione del diidrotestosterone

Che cos’è il diidrotestosterone?

E’ un ormone androgeno 5 volte più potente del testosterone ed è conosciuto anche con il nome di DHT.

Viene prodotto tramite un enzima, chiamato 5-alfa reduttasi, che trasforma il testosterone in DHT.

Per interrompere il fenomeno dell’ingrossamento prostatico basterebbe semplicemente bloccare la produzione di questo metabolita.

A tal proposito esistono diversi farmaci in commercio, che tentano di inibire proprio l’azione del 5-alfa reduttasi.

Il problema è che i farmaci non ottengono la regressione della patologia, ma cercano solo di impedire il suo peggioramento, cosa che però nella maggior parte dei casi avviene comunque, rendendo spesso necessario un intervento chirurgico.

Inoltre, questi farmaci possono portare a delle conseguenze molto spiacevoli per un uomo, come la crescita mammaria, fino anche all’impotenza, dato lo squilibrio fra testosterone ed estrogeni che essi comportano.

 

E’ possibile ridurre la produzione del DHT in maniera naturale solo con l’alimentazione?

La risposta è assolutamente sì.

E in questo modo il tuo equilibrio ormonale (testosterone-estrogeni) resterà perfetto.

Per farlo però avrai bisogno di seguire scrupolosamente le seguenti indicazioni:

1) ELIMINARE IL CONSUMO DI LATTE E LATTICINI FRESCHI: è ormai nota la correlazione tra un ormone di natura proteica presente in abbondanza nel latte e nei latticini freschi, chiamato IGF-1, e l’enorme aumento dell’azione dell’enzima 5-alfa reduttasi. Non a caso questo ormone svolge un ruolo fondamentale per la crescita dei genitali maschili in età infantile. Terminata la fase dello sviluppo tuttavia, non abbiamo più bisogno di assumerlo. Continuare a farlo bevendo latte in età adulta rappresenta forse la causa principale dell’ingrandimento prostatico incontrollato.

2) ELIMINARE IL CONSUMO DI CEREALI E LEGUMI: si tratta di alimenti ad altissimo contenuto di carboidrati insulinici che rilasciano scorie acide nel nostro organismo. L’acidosi prodotta dal metabolismo degli zuccheri causa il danneggiamento e la morte di molte cellule corporee. Per sostituirle, il nostro corpo è costretto a rilasciare un ormone chiamato GH, che ha il compito di indurre la ricostruzione dei tessuti danneggiati. A tale scopo, il GH stimola anche la produzione dell’IGF-1 che, come abbiamo visto, è direttamente correlato alla produzione del diidrotestosterone (DHT).

3) ELIMINARE IL CONSUMO DI AMIDI E ZUCCHERI: sto parlando principalmente di patate, zucchero e altri dolcificanti presenti in moltissimi prodotti confezionati. Per questi alimenti vale lo stesso discorso fatto per i cereali ed i legumi, in quanto ricchissimi di carboidrati insulinici.

 

Come strutturare quindi un’alimentazione bilanciata?

Questo è l’argomento principale di cui tratta il mio primo libro.

Se vuoi riconquistare una prostata sana al 100% (anche se soffri da anni di ipertrofia prostatica o di prostatite cronica) potrai ottenere la REGRESSIONE TOTALE della tua patologia semplicemente applicando i principi fondamentali del Metodo Prostagreen 21.

Troverai tutto quello che ti serve per ritrovare il benessere della tua prostata nel mio libro.

Ecco cosa dice chi ha già provato il mio metodo:

testimonianze prostagreen

testimonianze prostagreen 21

Il mio libro lo trovi solo su Amazon


Vai a questo link ===>
 https://amzn.to/2QUQhO7

Come Ritrovare il Benessere della Prostata in 21 Giorni e Senza l'uso di farmaci con il Metodo ProstaGreen 21“Come Ritrovare il Benessere della Prostata in 21 Giorni e senza l’uso di farmaci CON IL METODO PROSTAGREEN 21”

 

Non mi resta che augurarti il meglio.

A presto!

AGGIUNGI UN COMMENTO