Latte, formaggi e latticini aumentano il rischio di cancro alla prostata e di ipertrofia prostatica

Latte, formaggi e latticini aumentano il rischio di cancro alla prostata e di ipertrofia prostatica

Una breve introduzione

Il cancro alla prostata è quello più comune tra gli individui di sesso maschile di tutto il mondo.

L’ipertrofia prostatica invece colpisce più di 6 milioni di italiani over 50, ovvero il 50% degli uomini di età compresa fra 51 e 60 anni, il 70% dei 61-70enni, per arrivare al picco del 90% negli ottantenni.

E’ ormai ampiamente comprovato che l’alimentazione svolge un ruolo fondamentale sia nella prevenzione che nella cura di queste patologie.

Sono molte le ricerche che correlano il consumo abituale di latte e latticini all’aumento dell’incidenza di cancro alla prostata e di ipertrofia prostatica.

 

Una tonnellata di ricerche promettenti:

Negli ultimi anni sono state condotte un sacco di ricerche di cui ti parlerò in questo articolo, per avere una migliore comprensione riguardo ai pericoli derivanti dal consumo di elevate quantità di latticini.

  1. Una delle ricerche pubblicate dal Physician Committee ha dimostrato chiaramente che gli uomini che bevono frequentemente latte e mangiano prodotti lattiero-caseari sono più inclini a sviluppare il cancro alla prostata rispetto a coloro che non consumano questi alimenti.
  2. Un altro studio pubblicato su pubmed ha rivelato che gli uomini che bevono due o più bicchieri di latte al giorno hanno un maggior rischio di sviluppare il cancro alla prostata rispetto a quelli che non ne consumano così tanto.
  3. Inoltre, un recente articolo pubblicato su American Osteopathic Association Journal afferma che il consumo abituale di frutta e verdura è associato ad un ridotto rischio di sviluppare il cancro alla prostata, mentre grandi quantità di latticini nella dieta sono fortemente associate ad un elevato rischio di svilupparlo.

 

Perché il latte ed i prodotti caseari fanno male alla prostata?

Gli scienziati hanno scoperto almeno un paio di potenziali cause responsabili del cancro alla prostata:

1) Una carenza di calcitriolo è direttamente collegata allo sviluppo di cancro alla prostata

E’ stato scoperto che le cellule coinvolte nello sviluppo del cancro alla prostata, presentano un basso livello di vitamina D.

Il calcitriolo, che è la forma attiva della vitamina D, abbandona le cellule coinvolte nello sviluppo del cancro alla prostata quando si segue una dieta ricca di calcio (derivante dal consumo di latte, formaggi e latticini).

In questo caso, il livello di calcitriolo nel sangue scende, consentendo alle cellule coinvolte nello sviluppo del cancro di crescere più velocemente.

Se vuoi approfondire questo argomento, ne ho parlato in maniera esaustiva nel mio libro Curare la Prostata con la Vitamina D3.

2) Un’elevata assunzione di latticini aumenta i livelli del fattore di crescita insulino-simile (IGF-1)

Un’elevata assunzione di latticini innalza i livelli del fattore di crescita insulino-simile (IGF-1), che influisce sull’aumento e sulla crescita delle cellule tumorali, come stato ampiamente dimostrato da numerosi studi.

3) Il siero del latte e la caseina sono stati associati alla crescita delle cellule tumorali

Come riporta una ricerca del Physicians Committee, il siero del latte e la caseina rappresentano dei pericolosi fattori di rischio per lo sviluppo e per la crescita delle cellule tumorali.

Riferimenti bibliografici ====> http://bit.ly/31JMbf3

 

Conclusione

Numerose ricerche hanno ormai provato gli effetti deleteri del consumo di elevate quantità di latticini nella dieta quotidiana.

Dunque, è piuttosto facile comprendere il motivo per cui dovresti smettere di consumare latte, formaggi e latticini se ci tieni alla prevenzione del cancro alla prostata e dell’ipertrofia prostatica.

Nel mio libro Come ritrovare il benessere della prostata in 21 giorni e senza l’uso di farmaci ti spiego in che modo dovresti strutturare un’alimentazione quotidiana corretta, che ti permetterà di recuperare una prostata sana in poche settimane, senza assumere farmaci o sottoporti ad altre terapie invasive, ma solo grazie alla giusta alimentazione e ad alcuni integratori mirati.

Se ancora non l’hai acquistato, puoi farlo ora su Amazon, cliccando su questo link ====> http://amzn.to/3iEBAcd

Come Ritrovare il Benessere della Prostata in 21 Giorni e Senza l'uso di farmaci con il Metodo ProstaGreen 21

AGGIUNGI UN COMMENTO