Prostata: come curarla naturalmente

Scopri la prima ed unica cura naturale efficace per la prostata. Impara come scegliere e usare gli integratori ed il cibo nel modo giusto.

Oggigiorno sempre più uomini soffrono di patologie croniche più o meno gravi legate alla prostata.

Sembra purtroppo che la cosiddetta “medicina ufficiale” sia piuttosto in difficoltà quando si tratta di curare patologie come la prostatite cronica e l’ipertrofia prostatica.

Inoltre, sembra che i farmaci più comunemente usati per queste patologie siano molto poco efficaci.

Sempre più persone quindi stanno cominciando a rivolgersi alla cosiddetta “medicina naturale”.

Ma come distinguere una cura efficace da una che non lo è?

Se non hai esperienza all’inizio, dovrai necessariamente testare tutto.

Con il tempo imparerai a distinguere subito ciò che non funziona da ciò che invece ti porterà immediati benefici.

 

Se ancora non mi conosci, leggi la mia storia

Non sono né un medico, né un farmacista né tanto meno ho interesse nel venderti farmaci o integratori.

Sono semplicemente un ragazzo che all’età di 24 anni si beccò una brutta prostatite, che col tempo e con l’ignoranza dei medici divenne cronica.

Così impiegai mesi e mesi per studiare una cura alternativa naturale.

Ho letto decine e decine di articoli scientifici, studiando i meccanismi fisiologici che attivano sia l’infiammazione che l’ingrossamento prostatico.

Finalmente, dopo circa 3 anni dall’insorgere dei primi sintomi, trovai la quadra, la soluzione definitiva ad un problema così complesso e così tanto trascurato dagli urologi.

Senza dilungarmi oltre, se vuoi conoscere meglio la mia storia e come ho già aiutato decine di uomini con problemi alla prostata, leggi questo articolo.

Per il momento ti basta sapere che sono autore ed ideatore del Primo Metodo Naturale testato ed efficace al 100% per la Cura della Prostata.

 

Integratori per la prostata: quali scegliere?

Il mio consiglio è sempre quello di cominciare a ridurre l’acidosi che, come già visto in altri articoli, è la causa principale delle malattie della prostata come la prostatite cronica e l’ipertrofia prostatica.

A tale scopo è molto utile il cloruro di magnesio.

Noto fin dall’antichità con il nome di sale della vita, il cloruro di magnesio è il primo baluardo che ognuno dovrebbe utilizzare per alcalinizzare l’organismo.

Personalmente rimasi entusiasta non appena lo provai.

Fu l’unico integratore in grado di ridurre sensibilmente i miei sintomi urinari.

Non fu risolutivo al 100%, ma riuscì a darmi comunque una bella mano con la mia prostatite.

Per tale motivo, se anche tu soffri di prostatite (oppure d’ipertrofia prostatica) e stai pensando di acquistare un integratore specifico, prova il cloruro di magnesio (costa pochi euro e non ha effetti collaterali).

Ti garantisco che resterai sbalordito.

 

Prostata: alimenti da evitare

Qual è la giusta alimentazione per chi soffre di prostata?

Quali alimenti sono da evitare?

Ho notato che c’è molta confusione in giro riguardo alla dieta corretta per la prostata.

Purtroppo la maggior parte degli urologi contribuisce a creare confusione. Un po’ per superficialità e un po’ per menefreghismo spesso danno dei consigli completamente sbagliati.

Il primo fra tutti è che la carne rossa faccia male. Io davvero non so più come dirle certe cose. Non esiste alcuna prova scientifica che la carne rossa faccia male.

No, la carne rossa non è un alimento collegato con il tumore al colon.

No, non è collegata con l’aumento del colesterolo.

Si tratta di informazioni false. Chiunque ti dica che la carne rossa faccia male sta mentendo.

Piuttosto, gli alimenti da evitare sono tutti quelli ad alto contenuto di carboidrati insulinici e anti-nutrienti. Sto parlando in particolare di:

  1. Cereali
  2. Legumi
  3. Latte e latticini

Se vuoi riconquistare una prostata sana non c’è altro modo.

Inutile prendere in giro le persone dicendo che la Serenoa Repens (et similari) risolvano il problema. Non lo risolvono affatto. Al massimo ti potranno dare un breve sollievo, ma non appena smetterai di prenderli ritornerai punto e a capo.

Ricevo ogni giorno messaggi di uomini che mi chiedono se è meglio prendere la Serenoa o l’estratto di Boswellia, senza dare la minima importanza al cambiamento di alimentazione, che invece ha un’importanza fondamentale per ottenere la regressione delle patologie prostatiche.

Ripeto, non so più in che lingua dirvele queste cose. Chi ha qualcosa da obiettare e pensa che l’alimentazione non sia poi così fondamentale, chiuda questo blog e non ci torni fino a quando non avrà cambiato idea.

Se non siete disposti a fare dei cambiamenti nel vostro modo di mangiare, la verità è che non volete essere aiutati davvero. State cercando solo la soluzione facile, la pillola miracolosa. E io non sono qui per darvi questo.

Il mio metodo funziona perché agisce in maniera diversa e prevede una prassi da seguire passo passo.

Si comincia dal cambiamento di alimentazione e si continua con l’integrazione. Non ha senso parlare di altro o invertire l’ordine delle due cose.

Se vuoi finalmente riprenderti la salute della tua prostata, non aspettare un secondo di più e leggiti il mio libro, che è una guida passo passo su come procedere per riconquistare una prostata sana nel più breve tempo possibile.

 

Acquista ora il mio libro su Amazon,

Lo trovi a questo link ===> http://amzn.to/2QJsptn

metodo prostagreen 21

Ti ricordo che se vuoi farmi una domanda puoi scrivermi nei commenti qui sotto oppure iscriverti gratis al gruppo Facebook “ProstaGreen 21”, dove potrai anche interagire con altri membri che hanno seguito con successo il mio metodo.

Per il momento è tutto.

A presto,

 

Giovanni Zangardi

3 Comments

AGGIUNGI UN COMMENTO