Prostatite cronica: esiste davvero un rimedio?

Prostatite cronica: esiste davvero un rimedio?

Si definisce cronica la prostatite quando l’infiammazione della prostata dura da almeno tre mesi o più.

E’ una patologia di solito dolorosa, non solo fisicamente, ma anche psicologicamente, perché può seriamente influenzare la sfera sessuale di chi ne è colpito.

La prostatite cronica è una malattia molto comune, che colpisce fino all’8,2% degli individui di sesso maschile, ma se non trattata in maniera adeguata, può dare origine a complicazioni anche pericolose.

 

Perché le terapie mediche tradizionali non funzionano contro la prostatite cronica?

Le terapie mediche tradizionali consistono in antibiotici, antinfiammatori, farmaci α-bloccanti e chirurgia.

Tuttavia, queste terapie mediche sono nella stragrande maggioranza dei casi totalmente inefficaci (come dimostrato anche da una recente ricerca ===> http://www.ncbi.nlm.nih.gov/pmc/articles/PMC1892625/).

Gli antibiotici non sono efficaci quando si tratta di una prostatite cronica di vecchia data, soprattutto se già precedentemente trattata con antibiotici. È un processo infiammatorio cronico, quindi gli antibiotici non hanno un ruolo significativo nel trattamento di questa patologia. Anche nel caso di una prostatite cronica batterica, gli antibiotici più comunemente usati come nitrofurantoina, sulfonamidi, penicilline e cefalosporine, non riescono a penetrare bene nella prostata. Inoltre, utilizzandoli per lungo tempo, questi antibiotici presentano più effetti collaterali rispetto ai loro reali benefici.

Gli agenti antinfiammatori, come i FANS, non sono raccomandati come trattamento primario nella prostatite cronica proprio perché, trattandosi di un processo infiammatorio cronico, una volta sospesa l’assunzione di questi medicinali, il problema si ripresenta. Inoltre, l’uso costante di FANS può provocare seri problemi allo stomaco quali ulcerazioni croniche e gastrite, nonché, affaticando fortemente i reni, possono causare insufficienza renale.

Nemmeno gli α-bloccanti possono essere utilizzati in caso di prostatite cronica di lunga data, soprattutto se già utilizzati senza alcun successo. Il processo infiammatorio danneggia le cellule bersaglio, quindi gli α-bloccanti non possono legarsi nei loro siti di azione e produrre i loro effetti benefici. Ecco perché gli α-bloccanti sono completamente inutili per trattare gli uomini con prostatite cronica di lunga data.

Per quanto riguarda il ricorso alla chirurgia, l’incisione del collo vescicale è un’operazione che può essere praticata, ma viene spesso sconsigliata ai pazienti più giovani, dato il forte rischio di dissinergia del collo vescicale e di eiaculazione retrograda.

 

Il ruolo del cibo e delle vitamine nell’infiammazione cronica

L’approccio che propongo con successo da anni per la risoluzione della prostatite cronica è molto più naturale e privo di rischi. Invece che sui farmaci o sulla chirurgia, il mio metodo si basa su quello che la natura ci ha messo a disposizione: cibo e vitamine.

Vediamone alcune.

 

Vitamina D

Gli scienziati hanno descritto che il meccanismo d’azione della vitamina D sul VDR (recettore della vitamina D) è un fattore importante nella riduzione dell’infiammazione cronica nella prostata.

Link alla ricerca scientifica originale ===> http://prostate.net/vitamin-d-prostatitis-treatment/

Questo dato ci indica che la vitamina D può (anzi, DEVE) essere utilizzata come valida opzione terapeutica per il trattamento della prostatite cronica.

Gli alimenti più ricchi di vitamina D sono tutti i pesci grassi (tonno, sgombro e salmone), fegato di manzo e tuorlo d’uovo. Tuttavia è impossibile riuscire a soddisfare il proprio fabbisogno giornaliero di vitamina D solo con il cibo, perché il nostro organismo necessità di una quantità molto più elevata di quella presente nel cibo.

Per ovviare a questo problema, è opportuna l’assunzione di un integratore. Puoi scegliere quello che preferisci, ma io ti consiglio questa marca in base al rapporto qualità-prezzo ===> http://amzn.to/2CJtZK4

Per sapere nel dettaglio come assumerlo in maniera corretta, nonché la giusta dose giornaliera in base alla tua patologia, ti rimando alla lettura del mio libro ===> http://amzn.to/2CGLM4D 

 

Quercetina

La quercetina è un agente antinfiammatorio e antiossidante naturale che aiuta a combattere l’infiammazione.

Aiuta a ridurre il dolore e i sintomi della prostatite cronica, come dimostrato da questa ricerca ===> http://pubmed.ncbi.nlm.nih.gov/28497911/

Gli alimenti contenenti quercetina comprendono mele, bacche, uva (rossa), cipolle, vino rosso, arance, more, cipolla rossa, asparagi e verdure a foglia verde.

Tuttavia, anche in questo caso (come per la vitamina D), è quasi impossibile ottenere il giusto apporto giornaliero di quercetina solo con il cibo, dunque è opportuno l’uso di un buon integratore.

Io ti consiglio questa marca (ma se preferisci puoi prenderne un’altra a tua scelta) ===> http://amzn.to/2Yeu1RE

 

Cloruro di magnesio

Il cloruro di magnesio è un agente efficace nel trattamento dei problemi urinari associati alla prostatite cronica.

Link alla ricerca scientifica ===> http://www.mgwater.com/rod13.shtml

Il magnesio aumenta la contrattilità delle fibre muscolari lisce e aiuta a controllare l’incontinenza nella prostatite cronica.

Questo prezioso minerale è presente nella frutta (fichi, avocado, banana e lamponi), verdura (broccoli, cavoli, carciofi, asparagi e cavoletti di Bruxelles), verdure a foglia verde (spinaci), pesci (salmone, sgombro, e tonno), noci e semi.

Tuttavia, quello presente nel cibo non viene facilmente assorbito dall’organismo. Per tale motivo è preferibile assumerlo sotto forma di cloruro di magnesio.

Un buon prodotto da acquistare è questo ===> http://amzn.to/318hWiI

 

Le ultime ricerche su cereali, latticini e legumi

Molte recenti ricerche affermano che cereali, latticini e legumi possono causare la maggior parte delle malattie croniche moderne.

Ora vediamo come questi cibi vengono messi in relazione a determinate malattie.

Molti prodotti a base di cereali contengono alti livelli di zucchero, che possono portare a diversi problemi di salute, come diabete, malattie cardiache e cancro, nonché a malattie infiammatorie croniche (come appunto la prostatite cronica).

Il latte e altri prodotti lattiero-caseari sono stati messi in relazione allo sviluppo del diabete di tipo 2, alle malattie cardiache, al morbo di Alzheimer, al cancro alla prostata e all’ipertrofia prostatica. Se soffri di prostatite cronica, è nel tuo migliore interesse smettere di assumere questi alimenti, come ho già spiegato abbondantemente in quest’altro articolo ===> http://prostagreen21.com/latte-formaggi-e-latticini-aumentano-il-rischio-di-cancro-alla-prostata-e-di-ipertrofia-prostatica/

Anche i legumi vanno rimossi dalla dieta. L’acido fitico presente nei legumi è un anti-nutriente che interferisce con l’assorbimento di zinco, ferro e calcio e può aumentare il rischio di carenza di minerali nelle persone che li mangiano abitualmente.

 

Il rimedio definitivo per la prostatite cronica

Oggi possiamo affermare che le cure naturali per la prostatite cronica possono sostituire in maniera molto più efficace le terapie mediche tradizionali, spesso totalmente inutili e dannose.

Il mio metodo è basato sulla giusta combinazione fra una dieta specifica a base di frutta, verdura, proteine e grassi animali e l’integrazione di vitamine, nutrienti e minerali specifici, come la vitamina D, la quercetina, il magnesio, etc.

Il mio consiglio per te è di evitare di sottoporti a trattamenti pericolosi. Per guarire dalla prostatite cronica devi cominciare a pensare in maniera diversa ed affidarti a ciò che la natura ci ha messo a disposizione per essere sani.

Mangia più che puoi verdure a foglia verde e frutta, ma non solo… nel mio libro ti spiego nel dettaglio come impostare un piano dietetico specifico per il tuo problema. Se lo seguirai, sentirai un graduale miglioramento dei sintomi entro i prossimi 21 giorni.

Per ordinare il mio libro vai qui ===> http://amzn.to/329bqaC

Come Ritrovare il Benessere della Prostata in 21 Giorni e Senza l'uso di farmaci con il Metodo ProstaGreen 21

Bibliografia:

  1. Curtis Nickel J, Baranowski AP, Pontari M, Berger RE, Tripp DA. Management of men diagnosed with chronic prostatitis/chronic pelvic pain syndrome who have failed traditional management. Rev Urol. 2007;9(2):63-72.
  2. Lafon T, Hernandez Padilla AC, Baisse A, Lavaud L, Goudelin M, Barraud O, et al. Community-acquired Staphylococcus aureus bacteriuria: a warning microbiological marker for infective endocarditis?. BMC Infect Dis. 2019 Jun 7. 19 (1):504.
  3. Kaplan SA, Te AE, Jacobs BZ. Urodynamic evidence of vesical neck obstruction in men with misdiagnosed chronic nonbacterial prostatitis and the therapeutic role of endoscopic incision of the bladder neck. J Urol. 1994;152:2063–2065.
  4. Fibbi B et al. Chronic inflammation in the pathogenesis of benign prostatic hyperplasia. Int J Androl2010 Jun 1; 33(3): 475-88.
  5. Cai T, Mazzoli S, Bechi A, Addonisio P, Mondaini N, Pagliai RC, Bartoletti R.. (2009). Serenoa repens associated with Urtica dioica (ProstaMEV) and curcumin and quercetin (FlogMEV) extracts are able to improve the efficacy of prulifloxacin in bacterial prostatitis patients: results from. International Journal of Antimicrobial Agents . 33 (6), p 549-553.
  6. Cai T, Verze P, La Rocca R, et al. The Clinical Efficacy of Pollen Extract and Vitamins on Chronic Prostatitis/Chronic Pelvic Pain Syndrome Is Linked to a Decrease in the Pro-Inflammatory Cytokine Interleukin-8. World J Mens Health. 2017;35(2):120-128. doi:10.5534/wjmh.2017.35.2.120.
  7. Muzquiz, M., Varela, A., Burbano, C. et al.Bioactive compounds in legumes: pronutritive and antinutritive actions. Implications for nutrition and health. Phytochem Rev 11227–244 (2012).
  8. Cai T, Verze P, La Rocca R, et al. The Clinical Efficacy of Pollen Extract and Vitamins on Chronic Prostatitis/Chronic Pelvic Pain Syndrome Is Linked to a Decrease in the Pro-Inflammatory Cytokine Interleukin-8. World J Mens Health. 2017;35(2):120-128. doi:10.5534/wjmh.2017.35.2.120.

AGGIUNGI UN COMMENTO